"You are the best thing" 1984 – The Style Council

"You are the best thing", della band londinese Style Council, è un singolo contenuto nell'album del 1984 "Café Bleu" che ebbe un notevolo successo .

Gli Style Council, si formarono grazie al cantante e chitarrista Paul Weller e al pianista, tastierista Mick Talbot, nel 1982. In precedenza il primo sciolse la band dei Jam, di genere musicale new wave, british punk, mod revival e alternative rock che fondò nel ‘76 col bassista Bruce Foxton e il batterista Rick Buckler, per orientarsi verso un genere più pop, creando gli Style Council, il cui stile spazia tra il pop e il  jazz, il soul e la new wave.

Il loro primo lavoro, con cui debuttarono nel 1983, "Introducing The Style Council", contiene i singoli quali: "Long Hot Summer", "Headstart for Happiness", "Speak Like a Child", "Long Hot Summer", "The Paris Match", "Mick's Up" e "Money-Go-Round", ma è l'album "Café Bleu" del 1984 che ha decretato l'ingresso della nuova band sull'onda del successo.

Il singolo incluso "You're the Best Thing", ha come tema principale l'amore che si prova per il partner che va di là di qualsiasi cosa materiale si possa possedere. Sentirsi felici semplicemente con le emozioni che ci trasporta, come il suo sorriso, realizzando che solo lei/lui è la cosa più bella che ci possa capitare al mondo, a cui imploriamo di non lasciarci mai, perché comprendiamo che l'amore è l'unica cosa che conta veramente.

La band fu una grande esponente di quel movimento denominato "mod": modernism - modern jazz sviluppatosi a Londra, verso la fine del '50, caratterizzato da un look molto curato, il cui simbolo era quello della "Royal Air Force" (aeronautica militare britannica).

I brani dell'album successivo, del 1985 "Our favourite shop", si rivelarono delle vere e proprie ballad molto delicate.

"The cost of loving", album dell'87 segnò invece un periodo di crisi, superato poi l'anno seguente con l'album "Confessions of a pop group", caratterizzato da uno stile soul-funk e jazz.

"New decade of modernism", album successivo, fu rifiutato dalla casa discografica ed uscì solo una compilation "Here's some that got away" nel '93 e "Singular Adventure" nell'89.

Dopo aver sciolto gli Style Council, Mick Talbot e Steve White pubblicano due album: "Talbot/White: United States of Mind" nel 1995 e "Off the Beaten Track" nel 1996. In seguito, i due formarono il gruppo The Players, mentre Weller, sposato con la cantante Dee C. Lee, con cui collaborerà, inizia la carriera da solista, pubblicando "Into tomorrow" nel '91, "Uh Huh Oh Yeh" e "Above The Clouds" nel '92.

Con il secondo album di Weller del '93 "Wild Wood", l'artista riprende lo stile folk, pop e soul e ricerca l'introspezione, soprattutto nel brano "All the pictures on the Wall", mentre "Can you heal us" e "Has my fire really gone out?" assumono toni più tormentati.

L'album "Stanley Road" del 1995 proseguirà su questa linea, in particolare con i brani "Changing Man" e "Out Of The Sinking".

Nel '97 uscirà l'album "Heavy Soul" e l'anno dopo "Modern Classics - The Greatest Hits", in seguito dal 2000 al 2015, Weller pubblicherà altri 14 album.

Dopo aver terminato l'ultimo album "Saturns Pattern" del 2015, il lavoro di Weller si è concentrato sull'album "A Kind Revolution" in uscita a maggio 2017.

Autore liviana
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube mandaluyongboy. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Condividi

Lascia il tuo commento!