Una carezza in un pugno: il romanticismo di Adriano Celentano

Nel lato A del 45 giri del 1968 di Adriano Celentano c'era una bellissima canzone d'amore lontana anni luce dai ritmi e gli urli rock'n'roll del molleggiato e si intitolava "Una carezza in un pugno".

Era talmente diversa dalle sue prime canzoni che, forse proprio per questo motivo, il pubblico non l'amò dal primo istante come faceva di solito con le canzoni del cantante milanese ma le preferì il lato B di quel fortunatissimo 45 giri venduto in tutto il mondo; una canzone scritta da un autore genovese di cui oggi anche i sassi conoscono il nome, Paolo Conte, ed intitolata "Azzurro", uno dei cavalli di battaglia della musica italiana all'estero ed amata da generazioni di fan di Celentano e Conte.

Il pezzo però lievitò come l'impasto di un soffice dolce nel gradimento dei fan ed oggi non si pensa ad una delle due canzoni come in competizione con l'altra, ma entrambe rappresentano grandi successi del repertorio di Adriano Celentano, suonate ai concerti, nelle trasmissioni televisive, riviste in filmati di repertorio, suonate da altri artisti più o meno famosi, alla radio e ovunque in Italia e nel mondo.

Insomma un grande brano "Una carezza in un pugno" che racconta le gesta di una coppia in cui il partner è gelolso di lei per il grande amore che prova.

Autore poppo2
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube AdrianoCelentanoClub. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Condividi

Lascia il tuo commento!