U2 – "Where the streets have no name" (1987)

"Where the streets have no name", singolo della band irlandese U2, fa parte dell'album "The Joshua Tree" del 1987.

Gli U2 sono caratterizzati dal loro genere musicale alternative-pop rock e post-punk e si formarono nel 1976 a Dublino grazie al cantante Bono (Paul David Hewson), al chitarrista The Edge (David Howell Evans), al bassista Adam Clayton e al batterista Larry Mullen Jr.

Durante la loro carriera hanno riscontrato un notevole successo internazionale, tanto da ricevere numerosi premi e riconoscimenti.

Si pensa che la trama della canzone, "Where the streets have no name" sia stata ispirata da un viaggio in Etiopia, fatto dal cantante insieme alla moglie nel 1985, ma altre ipotesi sostengono che lo stesso Bono affermò che le parole del testo si riferivano ad una considerazione più personale.

A Belfast, si raccontava che in base alla via dove un individuo abitava, si risaliva alla sua condizione economica, religiosa, ecc., si risaliva alla categoria sociale. Questa curiosità gli fece immaginare un posto ideale in cui le vie, non avessero nome. In altri termini se si risiedeva in un certo quartiere, in una tale via piuttosto che in un'altra, era perché si apparteneva ad una specifica religione e ad uno specifico ceto sociale. Le parole del testo allargano in modo indefinito i luoghi, abbattono i muri, i confini si eliminano.

Anche con questo brano gli U2 si distinguono per il loro impegno sociale, per la loro "lotta" musicale in difesa dei diritti civili, da sempre in loro innata fin dalla "questione irlandese".

Autore liviana
Vota questo articolo
Avvia
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!