The Prodigy: "Firestarter" la Big Beat degli anni 90'

Gli anni 90' sono stati anni molto intensi dal punto di vista musicale ed anche se vengono spesso dichiarati carenti e mediocri di buoni contenuti in questo campo ci sono stati artisti che si sono inventati un nuovo modo di interpretare le 7 note ed hanno creato attorno a loro un movimento giovanile e un mercato proprio come fecero le band degli anni 60', il punk negli anni 70'.

Gli anni 90' sono anni acidi e scuri da un lato e solari e melodici dall'altro: se da un lato potevamo trovare i Take That o le Spice Girls, dall'altro si trovava gente poco raccomandabile come i Nirvana o i Prodigy.

Proprio i Prodigy nel marzo del 1996 facevano uscire il primo singolo dell'album "The Fat Of The Land" dal titolo "Firestarter". Questa canzone e questo disco sono considerati da molti come una pietra miliare di quel movimento Big Beat che vede come esponenti anche artisti conosciuti benissimo ancora oggi come Fatboy Slim o i Chemical Brothers ed è caratterizzato dalla fusione tra vari generi fusi attraverso l'utilizzo di strumenti tecnologici nuovi, mixer e sintetizzatori moderni e ovviamente il computer. C'è il rock in canzoni come "Firestarter" ma anche e soprattutto l'elettronica fatta di beat campionati e messi in loop, ci sono i sintetizzatori e il tutto e messo insieme per dare all'ascoltatore una sensazione di grande tensione.

Anche dal punto di vista visivo il video dei Prodigy è un esempio inquietante di come la loro arte non voglia mettere a proprio aggio chi ne fruisce; girato all'interno di un tunnel della metropolitana di Londra e con l'immancabile presenza del cantante Keith Flint che col suo aspetto punk e fuori dall'ordinario crea ancor più tensione anche visiva.

I brani del disco "The fat of the land" restano ancora oggi dei grandi classici e delle canzoni incredibili che hanno influenzato una generazione e dato il via a un nuovo modo di interpretare la musica che arriva fino ad oggi.

Autore poppo2
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!