Suzanne Vega - "Luka" 1987

"Luka", singolo che fa parte dell'album "Solitude Standing" della cantautrice statunitense

Suzanne Vega, di genere musicale alternative rock, folk e folk rock, venne pubblicato nel 1987. Con le sue canzoni, raccontare storie di vita drammatiche e intense, come appunto quella di "Luka".

Il testo, profondo e purtroppo ancora attuale, fa esplicito riferimento ai maltrattamenti fisici subiti in famiglia da un bambino che chiede comunque di non preoccuparsi e di essere lasciato in pace.

Sicuramente il brano evidenzia la piaga sociale delle violenze domestiche che le vittime tendono a subire in silenzio. I bambini, se assoggetati a questa situazione ne soffrono enormemente, con la relativa e devastante ripercussione sulla loro personalità futura.

Le conseguenze comportano gravi traumi nell'infanzia che, si protrarranno anche durante l'adolescenza e l'età adulta e non è necessario che ne siano i diretti interessati, basta esserne anche solo testimoni, come i piccoli che vedono il padre maltrattare la madre.

Spesso i bambini vengono lasciati a se stessi e gli effetti che ciò può comportare, possono essere gravi. Il fanciullo può arrivare a giustificare il genitore per tali atti, perché si sente egli stesso responsabile, rendendoli addirittura facili prede in mano ad altre persone.

Da adulti potrebbero soffrire di depressione e di bassa autostima, arrivando a comportarsi nello stesso modo del genitore violento.

Quando si è certi che si sta assistendo ad un abuso su minori, non bisogna voltare lo sguardo da un'altra parte, solo perché questo non ci tocca, ma anzi bisogna fare di tutto per denunciare tale situazione, affinche si possano salvare vite umane che altrimenti rimarrebbero isolate a vivere una vita di sola sofferenza.

Il nome intero dell'artista è Suzanne Nadine Vega, nata a Santa Monica (California) nel 1959 e cresciuta nei ghetti portoricani di New York.

Mostrò fin da subito una vena artistica per la poesia e la musica, tanto che già da adolescente scrisse la sua prima canzone. A venticinque anni ottenne il primo contratto discografico e nel 1985 debuttò con l'album introspettivo "Suzanne Vega" che ebbe un grande riscontro da parte della critica.

Nel 1987 pubblicò l'album pop "Solitude Standing" che include "Tom's Diner" e "Luka", due brani di grande successo. Nel 1990 uscì l'album più sperimentale ed emozionante "Days of Open Hand" che vinse anche un Grammy Award.

Nel 1992 pubblicò l'album "99.9F°" ("ninety-nine point nine Fahrenheit degrees"), in cui erano miscelate musica folk, dance e industriale, venne prodotto da Mitchell Froom che divenne suo marito, ma da cui in seguito si separò.

Nel 1996 vide la luce l'album "Nine Objects of Desire" che riprendeva la musica industriale del precedente, ma con uno stile più semplice, come il brano "Caramel".

Nel 1997, Suzanne Vega, collabora all'album-musical "Heaven & Hell" di Joe Jackson che tratta dei sette peccati capitali.

Nel 1998 esce la sua raccolta "Tried & True - The Best of Suzanne Vega".

Nel 1999 venne pubblicato un libro ispirato a lei: "The Passionate Eye: The Collected Writing of Suzanne Vega" (Avon Books).

In seguito al divorzio col marito, nel 2001 esce "Songs in Red and Gray".

Nel 2003 realizzò la raccolta "Retrospective - The Best of Suzanne Vega".

Nel 2006 tenne concerti di beneficenza per "Amnesty International" e per il "Darfur" e partecipò come protagonista al film-documentario di Christopher Seufert.

Nel 2007 pubblicò l'album "Beauty & Crime" e si dedicò anche alla musica indipendente.

Nel 2010 partecipa al progetto "Dark Night of the Soul" di Danger Mouse e Sparklehorse con il singolo "The Man Who Played God" ( ispirato a Picasso).

Sempre in questo periodo registrerà nuovamente "Close-up", pubblicando due volumi: "Love Songs" e "People & Places", mentre un terzo volume "States of Being" uscirà l'anno dopo e il quarto volume "Songs of Family" nel 2012.

Nel 2011 collaborerà con Jonathan Coulton per l'album "Artificial Heart" e tre anni dopo, nel 2014 pubblicherà l'album "Tales from the Realm of the Queens of Pentacles".

Il 14 ottobre 2016 è uscito il nuovo album di inediti "Lover, Beloved: Songs from an Evening with Carson McCullers".

Autore liviana
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube Stuart Deyes 2. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!