Rolling Stones – "Wild Horses"

"Wild Horses", singolo della band britannica Rolling Stones, di genere musicale blues-country-folk rock, fa parte dell'album "Sticky Fingers" del 1971, che riscosse un grande successo di pubblico tanto da rientrare nella classifica di Billboard Hot 100.

La formazione del gruppo era composta da: Mick Jagger (voce), Keith Richards (chitarra elettrica e acustica), Mick Taylor (chitarra acustica), Bill Wyman (basso), Charlie Watts (batteria) e Jim Dickinson (piano).

La sonorità del brano sopracitato è un miscuglio di country-soul, musica nata nel sud degli Stati Uniti, blues, country, rock and roll e Gospel delle chiese afroamericane, una black music ritmica. In pratica un rock dall'anima profondamente sudista.

Sono state fatte molte ipotesi per quanto riguarda il significato del testo che riporta forse ad un amore tormentato che Jagger provava per la sua ex fidanzata Marianne Evelyn Faithfull, cantante, attrice britannica e autrice di molti loro brani, con la quale condusse una vita di sregolatezze e inquietudini e che dopo un'overdose fu portata in coma farmacologico, da cui comunque per fortuna si svegliò.

Altri asseriscono invece la totale negazione da parte di Jagger di quest'affermazione che invece affermò la sua unica e totale condivisione emotiva per la canzone.

Poiché il testo fu scritto da Mick Jagger e Keith Richards, un'altra ipotesi plausibile fu quella della tristezza che quest'ultimo provava verso il figlio, ogni volta che doveva stare lontano da lui per seguire band nei vari tour.

Come dicono le ultime parole del brano:

"Wild horses couldn't drag me away. Wild, wild horses, we'll ride them some day" -  "Selvaggi, cavalli selvaggi, non riuscirebbero a trascinarmi via, li cavalcheremo un giorno", si evince sempre la speranza di poter ricostruire, un giorno, ciò che si è perso durante il cammino della vita, di poter restaurare un rapporto ormai logoro ma sempre vivo nell'anima.

Autore liviana
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!