Radiohead: "Creep", la Jazz Cover dei PostModernJukebox

I Radiohead nel loro periodo d'oro, diedero alla luce una delle canzoni più belle della loro carriera e forse dell'intera storia della musica: "Creep", brano del 1992 che faceva parte dell'album Pablo Honey.

Girovagando per la rete ci si può imbattere in molte cover di questo pezzo scritto da Tom Yorke, alcune molto ispirate e gradevoli, altre indecenti, altre molto fedeli all'originale, altre ancora stravolgenti e magari riarrangiate secondo i canoni di altri generi musicali, ed è proprio questo il caso della cover realizzata dal collettivo musicale di Scott Bradlee, i Postmodern Jukebox che per l'occasione si sono fatti guidare nel canto dalla bella e bravissima Haley Reinhart.

La cover diventa un brano Jazz in puro stile retrò. cantato in modo sensuale e quasi magico dalla cantante americana, molto spesso al fianco di questo strano gruppo di musicisti la cui missione è semplice quanto follemente geniale: rendere antico il moderno, reinterpretare le canzoni della nostra epoca usando le regole, antiche, del jazz e dello swing. Il risultato, sia in questo caso che per tutte le altre cover che possiamo trovare sul loro canale Youtube èsconvolgente, in primo luogo per la loro bravura come musicisti ma anche per tutto l'apparato scenico che in ogni video viene imbastito per intrattenere il pubblico.

Thom Yorke definì in una intervista, per descrivere il testo di "Creep" che con questa canzone lui voleva: "affermare un personaggio sensuale e provare disperatamente a negarlo", ma ascoltando la versone dei Postmodern Jukebox quel personaggio sensuale scatena tutta la sua carica erotica e sprigiona una energia tutta nuova che vi farà letteralmente sciogliere.

Autore poppo2
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube PostmodernJukebox. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!