Preludi e fughe - Johann Sebastian Bach - 432hz

Trenta minuti di musica per accompagnare il tuo lavoro al computer, la tua lettura e i tuoi momenti di relax. In questo video i Miglior Preludi e fughe a 432 Hz di Johann Sebastian Bach.

Il grande Compositore tedesco è nato Sabato 31 marzo 1685 a Eisenach in Germania. Non si sa granché della sua infanzia se non che il padre Anbrosius lo avrebbe dato i primi insegnamenti di violino e viola e che una delle sua mansioni era voltare le pagine degli spartiti mentre il secondo cugino Johann Christoph suonava l'organo nella chiesa della sua città.

A 10 anni, dopo la morte dei genitori, viene accolto da parenti e riceve lezioni di organo e clavicembalo.

A 15 anni, conosce un eminente organista e compositore del tempo di nome G. Bohm e diviene violinista presso la corte di Sassonia-Weimar.

A 18 anni diviene organista alla chiesa di S. Bonifacio ad Arnstadt e dopo due anni intraprende un incredibile viaggio di 400 km. a piedi, per per ascoltare il famoso organista D. Bextehude a Lubecca del quale Sebastian ammirava intensamente le composizioni.

In seguito nella tranquillità della cittadina di Muhlhausen, si sposa con Maria Barbara e compone un infinito numero di pezzi per organo e cantate da eseguire nelle funzioni sacre della chiesa S. Biagio della stessa città, nella quale era organista.

Il suo difficile carattere lo inducono alle dimissioni e allo spostamento presso la corte di Sassonia a Weimar, dove oltre ad essere organista e musico di camera gli è possibile trascrivere le musiche contemporanee di Vivaldi e Frescobaldi.

A 28 anni, la sua fama di insuperabile organista viene consacrate con i concerti tenuti a Dresda, Halle e altri centri della Germania.

A 32 anni compone Cantate e musiche per il principe Leopoldo a Kothen uscendo dalle composizioni che riguardavano musiche di culto per approfondire la musica prettamente strumentale.

A 36 anni, vedovo, sposa in seconde nozze la cantante Anna Magdalena Wulcken, figlia di un trombettista locale.

A 38 anni, Bach accetta il posto di Kantor nella chiesa di S. Tommaso a Lipsia dove compone un gran numero di cantate sacre e le celeberrime grandi Passioni.

Dai 44 ai 55 anni è direttore del Collegium Musicum universitario.

A 62 anni, Federico II di Prussia lo invita a Potsdam, riservandogli grandi onori e assistendo ammirato alle sue magistrali improvvisazioni.

A 65 anni, Ormai completamente cieco, Bach detta la sua ultima, immensa composizione (rimasta purtroppo incompiuta), l'"Arte della fuga" prima di esser colto da collasso cardiaco sopraggiunto poche ore dopo un prodigioso recupero della vista.

Muore il 28 luglio 1750, mentre la sua musica viene riscoperta definitivamente solo nel 1829 grazie ad un'esecuzione di Mendelssohn della "Passione secondo Matteo".

Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!