"One of us" 1995 - Joan Osborne

"One of us" è un brano pluripremiato della cantante statunitense Joan Osborne, di genere musicale christian e rock alternativo, pubblicato nel '95, scritto da Eric Bazilian degli Hooters, una rock band statunitense.

Precursore del rock cristiano è stato il musicista statunitense Larry Norman, nel '70 col il singolo "Why Should The Devil Have All The Good Music".

I testi delle loro canzoni sono in prevalenza per un pubblico cristiano e varia a seconda del loro Credo. In Italia questo genere è riconducibile a "Luce" dei The Sun e "La voce di Assisi" di frate Alessandro.

La canzone in oggetto inizia con l'introduzione di "The Airplane Ride" di Nell Hapton ed in seguito, l'ascoltatore è sottoposto a varie domande sul senso che ha la fede in Dio.

Le domande che pone la Osborne, sono le stesse di chi cerca Dio, ma che non è in grado di sentire o non vuole capire le risposte che Lui ci invia.

Forse non lo captiamo perché, pur essendo tra noi senza farsi notare, non viene capito e come un povero qualsiasi, cerca di tornarsene a casa sua, in Paradiso.

In un'intervista l'artista afferma che sicuramente l'energia che emana l'umanità, come forza spirituale, esiste ed è anche potente, ma non si hanno le capacità di riconoscerla.

Vi si leggono diversi aspetti, come quello prendere coscienza di noi stessi e riportarci con i  piedi per terra. Abbiamo creato cose che prima poi avranno un termine, allora  è umano e perciò confutabile e soprattutto destinato a un termine, tutte riconducibili a regole che stabiliamo noi, in pratica la Osborne, afferma l'esigenza di voler credere in qualcosa.

Hanno collaborato al brano i musicisti Eric Bazilian alla chitarra e al piano elettrico; Mark Egan al basso e Rob Hyman alla batteria e al mellotron.

Il nome intero dell'artista è Joan Elizabeth Osborne, nata a Louisville (Kentucky) nel ‘62, negli anni ottanta fonda una casa discografica, la Womanly Hips, con cui pubblica nel ‘91, il primo album "Soul Show" che contiene i seguenti brani: "Son Of A Preacher Man", "Flyaway", "Get Up Jack", "Crazy Baby", "Fingerprints", "Dreamin' About The Day", "Help Me", "Match Burn Twice", "Wild World", "4 Camels" e "Lady Madonna".

Successivamente firma per la Mercury Records e pubblica nel '95 l'album "Relish" che include: "St. Teresa", "Man in the Long Black Coat", "Right Hand Man", "Pensacola", "Dracula Moon", "Ladder", "Spider Web", "Let's Just Get Naked", "Help Me", "Crazy Baby" e "Lumina".

Vira verso il grande successo con il brano "One of Us", di cui nel '96 Eugenio Finardi ne fa fatto una versione italiana "Uno di noi", inclusa nel suo album "Occhi".

Verso la fine dello stesso anno 1996 esce l'album "Early Recordings" che contiene "Fly Away", "Dreamin' About the Day", "His Eyes Are a Blue Million Miles", "Fingerprints", "4 Camels", "What You Gonna Do", "Match Burn Twice", "Billie Listens (To Your Heartbeat)", "Wild World", "Son of a Preacher Man" e "Get Up Jack".

Nel 2000, esce il terzo album "Righteous Love" che include i brani: "Running Out of Time", "Righteous Love", "Safety in Numbers", "Love Is Alive", "Angel Face", "Grand Illusion", "If I Was Your Man", "Baby Love", "Hurricane", "Poison Apples (Hallelujah)" e "Make You Feel My Love".

Nel 2002 vede la luce l'album "How Sweet It Is", più precisamente un album di cover di classici brani rock e soul, contenente:  "I'll Be Around" di Thom Bell e Phil Hurtt, "Think" di Aretha Franklin e Teddy White, "How Sweet It Is" di Lamont Dozier, Brian Holland e Eddie Holland, "Smiling Faces Sometimes" di Barrett Strong e Norman Whitfield, "Love's in Need of Love Today" di Stevie Wonder, "These Arms of Mine" di Otis Redding, "Only You Know and I Know" di Dave Mason, "War" di Strong e Whitfield, "Why Can't We Live Together" di Timmy Thomas, "Axis: Bold as Love" di Jimi Hendrix, "The Weight" di Robbie Robertson e "Everybody Is a Star" di Sly Stone.

Sempre nello stesso periodo ha partecipato al film "Standing in the Shadows of Motown" ed ha intrapreso diversi tour con vari artisti.

Successivamente ha collaborato i Phil Lesh and Friends ed ha cantato per l'album solista "Two Sides Of If Joan" di Vivian Campbell, "Spoonful".

Una delle sue cover famose, di genere folk  è "My Back Pages" di Bob Dylan, cantata insieme a Jackson Browne.

Nel 2005 esce "One of Us", una compilation delle migliori canzoni che oltre ad includere l'omonima "One of Us", contiene anche "How Sweet It Is", "Why Can't We Live Together", "Everybody Is a Star", "Smiling Faces Sometimes", "These Arms of Mine", "Right Hand Man", "Only You and I Know", "Think", "I'll Be Around" e "Love's in Need of Love Today".

La canzone "One of us" venne usata nella sigla del telefilm "Joan of Arcadia", serie televisiva ispirata a Giovanna d'Arco.

Per Natale, inoltre pubblica, sempre nello stesso anno, "Christmas Means Love", album di Natale di canzoni, soprattutto di genere rhythm and blues, con canzoni gospel e carols, sono incluse: "Christmas Means Love", "Santa Claus Baby", "Away In A Manger", "Christmas Must Be Tonight", "Cherry Tree Carol", "Christmas In New Orleans", "Children Go Where I Send Thee", "Angels We Have Heard On High", "What Do Bad Girls Get?", "Great Day In December" e "Silent Night".

Nel 2006 esce l'album "Pretty Little Stranger", di genere country, che include: "Pretty Little Stranger", "Brokedown Palace", "Who Divided", "Holy Waters", "What You Are", "Shake That Devil", "Please Don't Tell Me How the Story Ends", "Time Won't Tell", "Dead Roses", "After Jane", "Till I Get It Right", "When the Blue Hour Comes" e "Losing You All Over Again".

Nel 2007 pubblica l'album "Breakfast in Bed" di genere R&B, contenente: "I've Got to Use My Imagination", "Ain't No Sunshine", "Midnight Train to Georgia", "Baby Is a Butterfly", "Breakfast in Bed", "Cream Dream", "Natural High", "Heart of Stone", "Sara Smile", "Eliminate the Night", "Break Up to Make Up", "I Know What's Goin' On", "Alone with You", "Kiss and Say Goodbye", "Heat Wave", "What Becomes of the Brokenhearted" e "Everybody Needs a Friend".

Nel 2008 è la volta dell'album rock, soul "Little Wild One" che include oltre all'omonima canzone, anche: "Hallelujah in the City", "Sweeter than the Rest", "Cathedrals", "Rodeo", "To the One I Love", " Daddy-O", "Meet You in the Middle", "Can't Say No", "Light of the World" e "Bury Me on the Battery".

Nel 2012 pubblica l'album "Bring It On Home", di genre blues e R&B per cui ha collaborato il chitarrista Jack Petruzzelli, include i brani:  "I Don't Need No Doctor", "Bring It On Home", "Roll Like A Big Wheel", "Game Of Love", "Broken Wings", "Shoorah! Shoorah!", "I Want To Be Loved", "The Same Love That Made Me Laugh", "Shake Your Hips", "I'm Qualified", "Champagne and Wine" e "Rhymes".

Dopo aver spaziato per gli album precedenti tra il pop, il blues, il soul, il  rock e il modern country, la cantautrice Joan Osborne pubblica nel 2014 l'album "Love and Hate", coprodotto con Jack Petruzzelli che contiene canzoni scritte dall'artista, di genere pop-rock jazz e R & B, melodie soulful (fusione di soul jazz e funk), funkier (sonorità soul e funk che creano un sound moderno e personale che ascoltandolo, sembra di viaggiare in altre dimensioni temporali e spaziali), grintose e jazzy (struggenti), che contiene: "Where we start", "Work on me", "Mongrels", "Train", "Up all night", "Not too well acquainted", "Thirsty for my tears", "Love and hate", "Kitten's got claws", "Secret room", "Keep it underground" e "Raga".

Nel 2014 l'artista ha partecipato, durante un tour, all' "Infinity Hall Live", un programma televisivo in cui ha cantato: "St. Teresa", "Mongrels", "Kitten's Got Claws", "Work On Me", "Game of Love", "Spider Web", "One of Us", "Tupelo Honey-Boulder To Birmingham", "Rhymes" e "Brokedown Palace".

L'artista inoltre nel 2015 ha partecipato alla raccolta fondi per "Polaris", per bloccare il traffico di esseri umani e aiutare le sue vittime, ha intrapreso un tour con l'artista Mavis Staples e ha preparato l'album di genere folk, world e country, di cover "Songs of Bob Dylan" rilasciato a settembre 2017, a cui hanno collaborato il chitarrista Jack Petruzzelli, il tastierista Keith Cotone ed altri artisti.

Le canzoni in esso contenute sono: "Tangled up in blue", "Rainy day women #12 & 35", "Buckets of rain", "Highway 61 Revisited", "Quinn The Eskimo (The Mighty Quinn)", "Tryin' to get to heaven", "Spanish Harlem Incident", "Dark eyes", "High water (For Charley Patton)", "You're gonna make me lonesome when you go", "Masters of war", "You ain't goin' nowhere" e "Ring them bells".

Autore liviana
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube ROADVIDEO404. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!