My Immortal (con traduzione in Italiano) - Evanescence

Divino brano degli Evanescence, un gruppo gothic metal nato negli Stati Uniti, nel 1995, che ha regalato un genere tutto nuovo, grazie al quale molte persone hanno ritrovato purezza di sentimenti, alcuni hanno addirittura ritrovato la fede, benché, come dichiara la cantante della band, Amy Lee, le loro canzoni non abbiano intenzione di divulgare un messaggio cristiano, né specifico di qualunque altra religione.

Ma, il fatto che nei loro testi si parli di Angeli, di anime, di immortalità e di Dio, in un certo senso, li colloca sicuramente in un'ottica spirituale, dove profondità ed emozioni sono sacre. Insomma, non sono solo canzonette, per parafrasare una celebre strofa di Edoardo Bennato.

"My immortal", che fa parte dell'album di debutto degli Evanescence ("Fallen") è stata pubblicata come singolo nel 2003, ma in Italia è arrivata quasi dieci anni dopo, in quanto a popolarità, infatti ha vinto il Disco d'Oro nel 2013. In realtà, il brano è ancora più vecchio, dato che la prima versione risale al 1997, sebbene non fosse stata ancora ufficialmente incisa per essere commercializzata.

Il brano, spesso interpretato come invocazione ad un Angelo, parla sostanzialmente dello spirito di una persona che vaga dopo la morte, e che rimane al fianco di colui, o colei, che ha lasciato sulla Terra, affinché non si senta solo, naturalmente in forma invisibile, senza che possa essere visto o toccato, ma facendo sentire la sua presenza. L'autore, Ben Moody, dichiarò di aver dedicato questa canzone al nonno, di cui sentiva ancora la presenza, nonostante la sua morte.

Autore SettimaLuna
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!