Michael Jackson: They don't care about Us

Video musicale "They don't care about Us" dell'artista statunitense, riviviamo la storia della nascita del brano e la sua pubblicazione coon tutte le controversie ad esso legate.

Il singolo "They don't care about Us" viene pubblicato il 31 marzo del 1996 dall'etichetta Epic Records, quinto estratto dall'album "HIStory: Past, present and future - Book I" dell'artista americano Michael Jackson.

Il brano fece discutere molto per alcune frasi che riportava, esattamente la strofa che recita:"Jew me, sue me, everybody do me. Kick me, kike me, don't you black or white me". L'artista si giustificò dicendo che non era una forma di razzismo (per inciso riferita al popolo ebraico), ma l contrario la frase aveva il significato inverso, cioè essere contro ogni forma di razzismo. La storia comunque non piacque molto allo stesso Jackson tanto che il brano originale, ed anche il video, è stato riedito censurando con colpi di tamburo le parole "Jew me" e "Kike me". Addirittura durante il tour che diede seguito alla pubblicazione dell'album, l"HIStory World Tour", la seconda parte del brano non fu proprio eseguita.

Controversie anche nella realizzazione del video, l'originale infatti vedeva Michael cantare dentro una prigione, MTV decise di togliere il video dalle sue playlist in quanto mostrava scene di violenza. A quel punto Spike Lee, regista del video, assieme allo stesso Jackson, decisero di realizzare una seconda versione del video girandola in Brasile, nel quartiere di Pelourinho a Salvador de Bahia. Quest'ultima scelta non fu proprio felicissima in quanto le autorità locali tentarono in tutti i modi di proibire e bloccare le riprese, senza però riuscire nel loro intento. Le loro motivazioni erano legate ad "un'immagine non riabilitante del Brasile" che loro non potevano per nulla appoggiare.
Autore Petralavica
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!