Metallica - "Master of Puppets" (1986)

"Master of Puppets" è un brano dei Metallica, gruppo musicale statunitense, che fa parte dell'album omonimo, pubblicato nell'86, che gli avvalse dischi d'oro e di platino.

Già dal titolo, "Il padrone dei burattini" si evince il tema di chiaro riferimento politico o letterario, non bisogna dimenticare che i primi singoli del gruppo, furono ispirati ad Howard Phillips Lovecraft, scrittore statunitense di letteratura horror, precursore del genere di narrativa popolare angloamericana del ‘900: la fantascienza.

Il riff è veloce, aggressivo e il testo si riferisce a tutto ciò che non va nel sistema, alla possibilità di riscatto nei confronti di un burattinaio che "gioca" con le nostre vite.

Un'altra interpretazione si rifà invece all'uso di sostanze stupefacenti che sottomettono gli individui come fossero schiavi e inerti, assoggettabili a qualsiasi dominio.

In entrambi i casi "Il Padrone" è visto come colui che inganna le loro menti, distrugge i loro sogni, li acceca talmente tanto da non vedere più nulla. È visto come la sorgente della loro autodistruzione, come automi strisciano dinanzi a lui in fretta, gli obbediscono, vedono le loro vite bruciare, un monopolio di sofferenza, di miseria.

"Burattinaio" della vita tira i loro fili a piacimento, promette solo menzogne e si prende gioco di loro. L'esistenza diventa un labirinto infinito, un ammasso di giorni contati dove i giorni terminano.

Secondo un'altra interpretazione, le droghe sono viste come la risorsa autodistruttiva dell'essere umano, assorbono il più cupo del sereno, portandolo verso la fine. Provandole, se ne avrà sempre l'urgenza di averne bisogno sempre di più fino appunto a morirne. Queste sostanze chimiche, divenute "Padrone dei burattini" che le usano, muovono le loro corde, le loro volontà, distorcendone la mente e le aspirazioni.

I Metallica possono essere considerati un'icona portatrice di sentimenti, hanno sempre rappresentato  lo stile di vita, le pene, le lotte, un gruppo portavoce della disperazione di intere generazioni.

"Master of Puppets" è uno degli album che meglio rappresenta il genere musicale heavy metal "Thrash", un tipo di metal diretto. Dalla loro musica iniziale rozza, passano a quella più melodica ma comunque sempre d'impatto.

La formazione del gruppo era così composta: James Hetfield (voce, chitarra ritmica), Kirk Hammett  (chitarra solista), Cliff Burton (basso) e Lars Ulrich (batteria).

Autore liviana
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube technology4617. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!