Lo Stato Sociale: "Amarsi Male" e poi il Mediolanum Forum di Assago

Nuova uscita per Lo Stato Sociale che s'intitola "Amarsi male".

Loro forse sono i primi tra le band Italiane cosidette indie, ad aver avuto un discreto successo di pubblico e critica già da qualche anno; adesso è molto facile ascoltare in radio artisti giovani come Calcutta, Motta, Cosmo, i Thegiornalisti, gli Ex-Otago, e questo sinceramente fa ben sperare per il futuro musicale del nostro paese che per anni si è detto piatto è poco creativo ma che adesso fa emergere delle realtà molto interessanti che piacciono molto  alle giovani generazioni, che bazzicano la rete e i Festival, e che le radio hanno deciso di passare perché evidentemente il pubblico le apprezza parecchio.

Lo Stato Sociale non fa eccezione e siamo sicuri che questa canzone avrà il successo che si merita, ma vengono da una pausa di qualche mese che li ha visti totalmente fuori dal rapporto con i fan e con il mercato discografico dopo decine e decine di concerti nei club di tutta Italia.

Forse è proprio per questo che hanno deciso di tornare sulla scena col botto: in concerto il 22 aprile 2017 su uno dei palchi più prestigiosi d'Italia, il Mediolanum Forum di Assago a Milano dove hanno deciso di celebrare la loro carriera fino ad oggi e di iniziare un nuovo percorso al quale daranno il via grazie a nuove canzoni e nuovi progetti.

"Amarsi male" ha un video molto divertente pieno di riferimenti al mondo  dei manga, degli anime, e del Giappone in generale, che va molto di moda in questi anni, ma in un certo senso anche alla cronaca nera che viene ridicolizzata dagli elementi succitati. Una vedova nera dai tratti asiatici e dai capelli blu sorride dolcemente alle sue vittime (i membri della band) e inventa modi sempre più fantasiosi per sbarazzarsi di loro.

Un testo ironico, sull'amore, che a furia di cercare le esperienze e di combattere la noia finisce per essere vissuto male; una critica insomma al mercato e al marketing che entrano addirittura nelle relazioni tra giovani uomini e giovani donne (per dirla con le parole di una famosa canzone di Elio e le Storie Tese).

Autore poppo2
Vota questo articolo
Avvia
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!