LIO - Amoreux Solitaires

Chiunque vedrà questo video e si ricorderà di lei rimarrà incollato allo schermo fino alla fine. Chiunque invece, essendo troppo giovane, non potrà ricordarsi di lei rimarrà ugualmente calamitato fino alla fine. Il motivetto simpatico allegro e orecchiabile, ma non banale, risuona nelle orecchie anche dopo che il video è terminato.  All'epoca questa ragazzina portoghese-belga acqua e sapone rimase in vetta alle classifiche per parecchie settimane.

Tutto merito del brano? Tutto merito della figura giovane e accattivante della interprete? Oppure della sua voce altrettanto fresca e coinvolgente? La combinazione dei tre elementi e i passaggi televisivi indovinati furono la ricetta magica che catapultarono Lio e il suo "Amoreux solitaires sulla cresta dell'onda della fama internazionale.

Il merito forse fu della casa discografica la francese Ariola che la adottò e mise insieme gli ingredienti giusti. Dopo un esordio con il brano "Banana split" (1979) a distanza di poco tempo fu incisa "Amoreux solitaires" firmata da Jacno musicista parigino. Tempo un anno (1981) e il pezzo rimase in vetta alla classifica per quattro settimane sia in Italia sia in Francia, piazzandosi comunque ai primi posti in tutta Europa. Che dire, gli adolescenti dell'epoca impazzirono per Lio e per la sua estrema capacità nel porsi in sintonia con il suo pubblico.

 La produzione successiva, che arriva fino ad oggi, è abbastanza varia e verte comunque intorno al genere elettronico. Se si guardano le foto attuali e i video più recenti di questo, ci si rende conto che, così come il brano, anche la show girl (la ragazza è della classe 1962) non ha ricevuto alcuna scalfittura dal tempo che, anzi, la arricchita con il fascino e l'esperienza della maturità.

Autore ARGO57
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!