"Lezioni di piano" - colonna sonora

Colonna sonora del film australiano "Lezioni di piano" datato 1993. Il filmato comprende brani per pianoforte ad opera del compositore Michael Nyman, che riscontrò un notevole successo di pubblico, tanto da vincere numerosi premi.

La trama principale del film è incentrata sulla figura principale di Ada, una donna scozzese muta che insieme a sua figlia Flora, avuta da una precedente relazione e il suo pianoforte, approda sulla spiaggia di un'isola della Nuova Zelanda, per raggiungere Stewart, un ricco e rozzo proprietario terriero sposato per procura che le impedirà di recuperare il pianoforte dalla spiaggia. Il socio di Stewart s'innamorerà di Ada e lo aiuterà a recuperare il piano prendendo anche lezioni, pur di stare con lei.

Il mutismo, la solitudine di Ada, lo strumento abbandonato sulla spiaggia in balia delle onde del mare, rispecchiano in realtà lo stato d'animo burrascoso che si nasconde nella protagonista, incapace di comunicare col mondo esterno se non solo attraverso le dolci note struggenti e malinconiche suonate sulla tastiera del piano.

Invece che con le parole, Ada esprime i suoi pensieri attraverso una musica armoniosa e struggente, da cui emerge la sua, angoscia, la potenza delle sue emozioni, la passione, il dolore interiore che si trasformerà anche in quello fisico, quando il marito scoperto il tradimento, le taglierà un dito della mano per impedirle di continuare a suonare. Per questo motivo Ada rischierà la vita e il marito capirà che l'amore che la lega a George è talmente profondo da lasciarla andar via con lui in Scozia.

Durante la navigazione Ada, ormai convinta di non poter più suonare, si avvolgerà di nascosto un piede alla corda che tiene legato il piano per chiedere poi di gettarlo in mare, per inabissarsi con esso.

Solo la voglia di vivere la salverà dall'annegamento facendola riemergere e grazie a un dito d'argento costruito dal suo amante riprenderà a suonare e a parlare, avendo ormai raggiunta la piena serenità da qualche tempo desiderata.

Oltre alle parole e i gesti ci sono altri mezzi per comunicare con il mondo che ci circonda come la musica, conduttrice profonda e vera con cui esprimere il proprio stato d'animo.

Le note divengono mezzi espressivi di emozioni, ci danno la possibilità di divenire protagonisti di noi stessi in una realtà ostile alle nostre esigenze.

Autore liviana
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!