"La fine dei vent'anni" una canzone sui trentenni di Motta

Questa canzone è diventata molto popolare nelle scorse settimane grazie a molti passaggi nelle radio italiane e come avete gia letto dal titolo si tratta di "la fine dei trent'anni" di Motta. Questo brano è tratto dal primo album solista che si intitola come lo stesso brano, "La fine dei vent'anni" che tra le altre cose ha fatto vincere all'artista toscano il Premio Tenco 2016 per la migliore opera prima.

La canzone, come poi tutto il disco, interpreta quel senso di straniamento che si vive ad essere dei "trentenni o quasi" in questa strana epoca; una sorta di limbo nel quale non si vorrebbero avere le responsabilità degli adulti tutto lavoro e famiglia ma non si vorrebbe neanche essere dei ragazzetti perennemente in fase post adolescenziale. Insomma, pare essere difficile il mondo dei trentenni italiani ed effettivamente il quadro non è così surreale come potrebbe apparire agli occhi di uno straniero. Le responsabilità, le possibilità, qualche agevolazione e tutto il resto sembrano mancare ai "giovani di questo paese", come li definirebbe un politico esperto di talk show.

E allora Motta che i trenta li ha compiuti da poco, ci ha creato sopra un disco che probabilmente resterà nella memoria collettiva come un disco generazionale, anche se di una generazione fuori tempo massimo per molte cose e in apparenza precoce per molte altre. Buona fortuna ai trentenni.

Autore poppo2
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!