"Kayleigh" 1985 - Marillion

"Kayleigh" è una canzone della band britannica Marillion, tratta dall'album "Misplaced Childhood" del 1985, con cui avranno un grande riscontro di pubblico.

L'album è autobiografico, parla dell'infanzia ormai perduta e degli ostacoli sopraggiunti nell'età adulta, nello specifico il singolo "Kayleigh" cela il rimorso di non aver trattato bene una ex fidanzata, a cui si chiede perdono per averle spezzato il cuore, anche se è troppo tardi, le chiede scusa e l'opportunità di ritornare insieme, perché non riesce più a fingere che sia tutto finito.

Non riesce a credere che le sarebbe mancata così tanto, pensava che sarebbero rimasti amici per sempre, che il loro amore sarebbe durato per sempre e si chiede come sia stato possibile che invece sono arrivati questo punto.
Ricorda i bei tempi passati insieme, ma la paura di telefonarle, di sapere che ormai lei ha trovato un altro amore, è troppo forte.

Ora che lei è andata via, con questa canzone d'amore, vuole dimostrarle che forse aveva ragione, quando si è allontanato, oppure al contrario che hanno sbagliato a lasciarsi.

I Marillion, di genere musicale rock progressivo e neoprogressive si formarono a Aylesbury nel 1979 ed ebbero molto successo fino all'88 con il cantante Fish, sostituito poi da Steve Hogarth con cui virarono verso un sound indie rock.

Agli esordi, il gruppo si chiamava Silmarillion ed era composto da Mick Pointer alla batteria, Brian Jelliman alla tastiera e Steve Rothery alla chitarra. Nel 1981 si aggiunsero il cantante Fish e il bassista Diz Minnitt.

Nel 1982 mutarono il nome in Marillion e la formazione era costituita da Fish, Rothery, Pointer, il tastierista Mark Kelly e il bassista Pete Trewavas.

Nello stesso anno pubblicano il brano "Market Square Heroes" che anticipava l'album "Script for a Jester's Tear" uscito nel 1983.

A causa di forti contrasti fra Fish e Pointer, quest'ultimo lasciò la band e venne sostituito da Ian Mosley. Nel 1984 pubblicano l'album "Fugazi" che rafforzò la loro fama.

Nel 1985 uscì il concept album "Misplaced Childhood", con i singoli di successo "Kayleigh" e "Lavender", che portarono l'album in vetta alla "Official Albums Chart".

Nel 1987 uscì l'album "Clutching at Straws" a cui seguirà l'abbandono di Fish per i forti contrasti con gli altri membri del gruppo.

Nel 1989 subentrò Steve Hogarth, detto "H" che diventerà cantante e frontman della band che voltò lo sguardo verso sonorità indie e alternative rock.

Nello stesso anno uscì l'album "Seasons End" che include i successi, quali: "Hooks in You", "Uninvited Guest" e "Easter".

Nel 1991 vede la luce l'album pop "Holidays in Eden", mentre nel 1994 l'album "Brave", un concept album di successo grazie ai brani, quali: "The Great Escape", "The Hollow Man" e "Alone Again in the Lap of Luxury" ed esce anche l'album dal vivo "Made Again".

Nel 1997 è il turno dell'album "This Strange Engine" e l'anno dopo dell'album "Radiation".

Grazie a Internet, nel 1997 aprirono un sito "marillion.com" che gli permise di raccogliere fondi per finanziare l'uscita dell'album successivo album "Anoraknophobia".

Stessa cosa varrà per l'album "Marbles", uscito nel 2004 che vedrà il singolo "You're Gone" svettare in cima nella "Official Singles Chart".

Nel 2007 uscirà l'album "Somewhere Else", anticipato dal brano "See it Like a Baby", l'anno dopo seguirà l'album "Happiness Is the Road" e nel 2009 l'album "Less Is More" che include brani rivisitati, tra l'89 e il 2009.

Tre anni dopo pubblicheranno l'album "Sounds That Can't Be Made", con materiale inedito.

Nel 2016 pubblicheranno l'album "Fuck Everyone and Run (F E A R)", finanziato attraverso il sito PledgeMusic che entrerà nella "Official Albums Chart".

Autore liviana
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube STAT CHILE. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Condividi

Lascia il tuo commento!