In The Mood - Glenn Miller - Seconda Guerra Mondiale

Swing orchestra in arrivo da qualche parte tra qualche alto grattacielo statunitense. Fiato alle trombe e via alle danze al ritmo di jazz.

La guerra alle porte, ma la città nel revival in bianco e nero di questo filmato d'oltreoceano respirava con la sua tanta voglia di vivere.

Giovani intraprendenti palpitavano nell'eleganza sognante e all'idea d'incontrare l'altra metà della mela, lanciati verso un futuro prospero giammai nefasto.

Ben agghindati e lucidati, smerlettati e stravaganti, varcavano donne e uomini le piste a suon di musica all'ombra dei pericoli imminenti, in quello 'stato d’animo perfetto' idoneo al contempo a trasferire le emozioni esternamente.

Amanti della musica in specie, e non solo in senso stretto primariamente del genere musicale, ma similmente quale strumento di aggregazione e stile, volto a sorprendere e dalla ritmicità coinvolgente.

Erano gli anni in cui iniziava la seconda guerra mondiale, che sferzò il suo primo attacco nel settembre del 1939 con l'assalto preannunciato della Germania di Hitler alla Polonia, messa a ferro e fuoco nello stesso mese, a pochi giorni di distanza e in via meno esplicita, anche dall'Unione Sovietica, che ne rivendicava invece per conto suo i territori orientali, abitati in prevalenza dalla cittadinanza slava fra bielorussa e ucraina.

Quel 'In the mood' del 1939 distingue così un momento particolarmente grave della storia, rimanendo nel tempo anche sinonimo di spensieratezza e sogni di gioventù in un jazz sempre antico quanto nuovo di virtuosismo orchestrale in uno swing melodico mai smielato, deciso e di carattere.

In the Mood, testo scritto nel 1939 dal compositore statunitense Joe Garland, fu inciso in quello stesso anno dal trombonista, direttore d'orchestra e compositore statunitense Glenn Miller, che dagli Stati Uniti lo portò ovunque rendendolo celebre e molto popolare agli inizi del 1940. Il brano, che contribuì a rendere Miller il miglior direttore d'orchestra a livello mondiale e fu d'ispirazione per film, artisti e coppie specie dell'epoca, fu arrangiato dai grandi compositori americani anche per dare un aiuto all'esercito che combatteva in guerra.

Dopo essersi arruolato volontario in aviazione per dare un contributo all'esercito americano nel 1942, al comando di un'orchestra impegnata militarmente nell'intrattenimento dei soldati e nel portare lo spettacolo tra le truppe, Miller scomparve tragicamente nel 1944 mentre sorvolava il canale della Manica, secondo l'ipotesi che sia rimasto vittima del fuoco acceso dall'alleata Inghilterra durante un raid aereo contro i tedeschi.

Autore eclidor
Vota questo articolo
Avvia
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!