Hell's Bells - AC/DC

Questo singolo è uno dei più potenti e ricchi di emozione non solo degli AC/DC, celebre band australiana, ma di tutto il mondo dell'hard rock per la sua sonorità e per i forti contenuti simbolici.

La canzone, così come l'intero settimo album "Back in Black" uscito nel 1980, è un tributo a Bon Scott, deceduto all'interno della sua auto per un eccesso di alcool a Londra la notte tra il 18 ed il 19 febbraio dello stesso anno. Sostituitolo con il cantante angloitaliano Brian Johnson, gli AC/DC reduci del successo di "Highway to Hell", si recarono alle Bahamas, si rimisero in studio e crearono il nuovo disco: inizialmente partirono utilizzando materiale raccolto dallo stesso Scott quando era ancora vivo, per poi evolvere e creare testi scritti completamente da zero e non utilizzando nulla degli appunti del defunto cantante per rispetto nei suoi confronti.

Da ricordare che la versione originale delle campane, che con i loro 13 rintocchi a morto aprono la canzone costituendone l'incipit, è stata registrata presso un monumento ai caduti della Seconda Guerra Mondiale che si trova nel Leicestershire, una contea inglese collocata nel cuore della Gran Bretagna: su questi rintocchi si inserisce il riff di chitarra di Angus Young, divenuto uno dei più famosi del rock. Per il tour che ne seguì, gli AC/DC fecero forgiare una campana con con impresso il loro logo ed inizialmente la canzone iniziava proprio con Brian Johnson che batteva i rintocchi con un martello. Successivamente la campana fu sostituita con una più grande e monumentale in plastica.

Autore Hellsbells
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!