Dimash kudaibergenov, ascoltate questa canzone rimarrete sconvolti

Dimash Kudaibergen: un angelo caduto dal cielo. Non si può definirlo altrimenti questo ragazzo dalla faccia pulita e dalla voce incredibilmente melodiosa. Ha un'estensione vocale incredibile testimoniata da questa splendida performance nel programma "Singer 2017" che sembra molto simile al nostro "Italia's got talent".

Egli nasce in Kazakistan il 24 maggio 1994 nella città di Aytobe. Fin da piccolo si fa notare per le sue eccezionali doti canore. Nel 2010 vinse il festival di Baikonour, nel 2012 il festival "Zhas Kanat", nel 2014 "Makin Asia", nel 2015 rappresentò il suo paese in Istambul al festival internazionale Asia-Oceano Pacifico TV "Abu TV song".

La cosa più scioccante, oltre alla voce di questo ragazzo è il testo della canzone che fa venire la pelle d'oca per la profondità del tema, nel quale rivela la sua estraneità a questo mondo, ponendosi le domande esistenziali che ognuno di noi si sarà posto prima o poi.

Nella canzone egli si chiede perchè si nasce e si muore, si ride e si piange, che senso ha tutto questo. Dice che non si sente un essere terreno, sta male nella sua pelle e vorrebbe essere un uccello per guardare il mondo dall'alto. Sente qualcosa che lo attira verso l'alto, perchè ha l'impressione di captare onde di un altro mondo.

Tutte queste meravigliose espressioni cantate con voce angelica creano in chi lo ascolta un turbamento che sconvolge nel profondo.

Autore gerrycaputo
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietà del canale Youtube Жұлдыздар Әлемі. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!