"Bette Davis Eyes" 1981 - Kim Carnes

"Bette Davis Eyes" è un brano pop cantato da Jackie DeShannon nel 1974, scritto da lei stessa con la collaborazione della cantante e cantautrice americana Donna Terry Weiss, che nel 1981 venne reinterpretata con sonorità pop rock da Kim Carnes.

Jackie DeShannon, pseudonimo di Sharon Myers è una cantautrice statunitense, caratterizzata da un genere musicale folk rock, rock e pop. Nel suo album "Her Own Kind of Light" del 2008 si possono ascoltare i suoi pezzi migliori, come anche nella colonna sonora del film "S.O.S. fantasmi" ("Scrooged") del 1988.

Fin da piccola si appassionò alla musica country e già da adolescente condusse una trasmissione su una stazione radio locale.

Dopo essersi trasferita con la famiglia in Illinois, continuò a cantare e scrivere canzoni, quali "Buddy", "Trouble" ed insieme alla cantante e cantautrice, Sharon Sheeley, scrisse "I Love Anastasia" (Fleetwoods) e "Dum Dum" (Brenda Lee).

Fu la prima artista a rendersi conto che il folk e il pop si potevano miscelare benissimo, portando un'innovazione, creando il folk-rock. Il suo stile aggraziante e la sua voce passionale ed energica, la portò al grande successo.

Nella sua carriera sono da annoverare altri numerosi singoli pop, ballate country, brani rockabilly, gospel e soul. In seguito la sua musica verrà influenzata da quella proveniente dalla West Coast degli Stati Uniti. Dei suoi capolavori di successo ne sono stati fatti in seguito delle cover da tanti artisti.

Nel 1974 con Donna Weiss compose "Queen Of The Rodeo" e "Bette Davis Eyes", contenuta nel suo album "New Arrangement" e portata nel 1981 al successo internazionale da Kim Carnes.

Bette Davis era una bravissima attrice che come caratteristica fisica aveva, in particolare, degli occhi grandi molto espressivi e seducenti. La cazone tratta proprio di una donna con doppia personalità, una irruente, l'altra dolcissima, capace di soggiogare chiunque. Lo sguardo e gli occhi ricordano proprio quelli dell'attrice Bette Davis.

Il brano cantato da Kim Carnes scalò le vette delle classifiche, entrò nella Billboard Hot 100,  portò all'album che lo include "Mistaken Identity" un enorme successo e vinse nel 1982 il Grammy Award. Con Kim Carnes, collaborò il tastierista Bill Cuomo con l'uso di sintetizzatori.

L'attrice Bette Davis, ringraziò molto Carnes e gli altri cantautori della canzone, per averla resa famosa anche alle generazioni future. Kim Carnes, nacque a Hollywood nel 1945 che divenne un'icona folk degli anni '80.

Il suo primo album folk fu "Rest on Me" del 1971, durante gli anni '70 non riscontrò molto successo, mentre le cose cambiarono negli anni '80, quando si dedicò alla canzone sentimentale con il marito Dave Ellingson e quando cantò appunto "Bette Davis Eyes" nel 1981.

La canzone venne usata nel film "La solitudine dei numeri primi" di Saverio Costanzo, tratto dal romanzo del 2008 di Paolo Giordano.

In seguito, incise altri brani di successo, come "I'll Be Here Where the Heart Is" che fa parte della colonna sonora del film "Flashdance" del 1984 e "Make no Mistake (He's Mine)", per il quale duetta con la cantante Barbra Streisand. Tra l'83 e l'86 uscirono altri brani di successo, quali: "You Make My Heart Beat Faster", "Invitation to Dance" e "Crazy in the Night".

Nell'85 partecipò ad "USA for AFRICA" con altri artisti e in seguito si è dedicata a progetti cinematografici e televisivi.

Tra il 1971 e il 2004 ha pubblicato diversi album: "Rest on Me", "Kim Carnes", "Sailin'", "St. Vincent's Court", "Romance Dance", "Mistaken Identity", "Voyeur", "Café Racers", "Barking at Airplanes", "Light House", "View from the House", "Checkin' Out the Ghosts" e "Chasin' Wild Trains".

Autore liviana
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube darnoc1906. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!