"Atomic" - Blondie

"Atomic" è un brano, scritto da Debbie Harry e Jimmy Destridel, del 1980 della band statunitense Blondie che fa parte dell'album "Eat to the Beat", contenente anche: "Dreaming", "The Hardest Part", "Union City Blue", "Shayla", l'omonima "Eat to the Beat", "Accidents Never Happen", "Die Young, Stay Pretty", "Slow Motion", "Sound-A-Sleep", "Victor" e "Living in the Real World".

La formazione del gruppo era composta dalla cantante Deborah Harry, da Chris Stein alla chitarra, da Frank Infante alla chitarra, da Nigel Harrison al basso, da Jimmy Destri alle tastiere, al  pianoforte e la sintetizzatore e da Clem Burke alla batteria.

Il loro genere musicale spazia tra la new wave e il pop rock, la band può essere considerata un'icona degli anni '70, inizialmente Chris Stein suonò con gli Stilettos e si fidanzò con la cantante Debbie Harry. Nel '74 la coppia formò una band con il batterista Billy O'Connor e il bassista Fred Smith. In seguito ne fecero parte Clem Burke alla batteria, Gary Valentine al basso e Jimmy Destri alle tastiere.

Dopo aver cambiato due volte il loro nome nel '75 presero lo pseudonimo "Blondie", nel '77 pubblicano  l'album omonimo "Blondie" di genere new wave, american punk, punk rock e dance rock, anticipato dal singolo "Rip Her To Shreds". Gli altri brani inclusi in quest'album sono: "X Offender", "Little Girl Lies", "In the Flesh", "Look Good in Blue", "In the Sun", "A Shark in Jet's Clothing", "Man Overboard", "Rifle Range", "Kung-Fu Girls", "The Attack of the Giant Ants", "Out in the Streets", "The Thin Line" e "Platinum Blonde".

Nel '78 uscì l'album "Plastic Letters" a cui Gary Valentine non partecipò perchè lasciò la band. Di genere new wave comprendeva i brani: "Fan Mail" "Denis", "Bermuda Triangle Blues", "Youth Nabbed as Sniper", "Contact in Red Square", "(I'm Always Touched by Your) Presence, Dear", "I'm on E", "I Didn't Have the Nerve to Say No", "Love at the Pier", "No Imagination", "Kidnapper", "Detroit 442" e "Cautious Lip". Il disco ebbe un enorme successo di pubblico.

L'album "Eat to the Beat" uscì nel 1979, caratterizzato da un genere reggae e rock, ebbe purtroppo meno successo del precedente, anche se i brani "Dreaming" e "Atomic" raggiunsero le vette delle classifiche. Gli altri brani, oltre anche all'omonima sono: "The Hardest Part", "Union City Blue", "Shayla", "Accidents Never Happen", "Die Young, Stay Pretty", "Slow Motion", "Sound-A-Sleep", "Victor" e "Living in the Real World".

Nel 1980 pubblicano l'album "Autoamerican", di genere musicale reggae e rap, diverso da quelli precedenti, contenente brani, quali: "Europa", "Live It Up", "Here's Looking at You", "The Tide Is High", "Angels on the Balcony", "Go Through It", "Suzy & Jeffrey a.k.a. Susie & Jeffrey", "Do the Dark", "Rapture", "Faces", "T-Birds", "Walk Like Me" e "Follow Me".

Tra di essi ebbero un notevole successo "The Tide Is High" e "Rapture", inoltre si avvalsero della collaborazione di Frank Infante, alla chitarra e Nigel Harrison al basso.

Nell'82 esce l'album "The Hunter", di genere dance-pop rock e new wave che include: "Orchid Club", "Island of Lost Souls", "Dragonfly", "For Your Eyes Only", "The Beast", "War Child", "Little Caesar", "Danceway", "(Can I) Find the Right Words (To Say)", "English Boys" e "The Hunter Gets Captured by the Game".

"No Exit" è l'album del 1999, prende il nome dall'omonima opera di Jean Paul Sartre, per questo disco Deborah Harry ha una voce strepitosa, include i singoli: "Screaming Skin", "Forgive and Forget", "Maria", "No Exit", "Double Take", "Nothing Is Real but the Girl", "Boom Boom in the Zoom Zoom Room", "Night Wind Sent", "Under the Gun (For Jeffrey Lee Pierce)", "Out in the Streets", "Happy Dog (For Caggy)", "The Dream's Lost on Me", "Divine" e "Dig up the Conjo".

"The Curse of Blondie" è l'album pubblicato nel 2003, di genere punk american rock, new wave, pop e dance rock, contiene i brani: "Shakedown", "Good Boys", "Undone", "Golden Rod", "Rules for Living", "Background Melody (The Only One)", "Magic", "End to End", "Hello Joe", "The Tingler", "Last One in the World", "Diamond Bridge", "Desire Brings Me Back" e "Songs of Love (For Richard)".

"Panic of Girls", di genere new wave e punk rock, è l'album del 2011 che include i singoli: "D-Day", "What I Heard", "Mother", "The End, the End", "Girlie Girlie", "Love Doesn't Frighten Me", "Words in My Mouth", "Sunday Smile", "Wipe Off My Sweat", "Le Bleu" e "China Shoes".

"Ghosts of Download" è l'album del 2014, di genere pop e dance, accompagnato anche dal CD "Blondie 4(0) Ever", che contiene reinterpretazioni di alcuni brani e celebra i quarant'anni di carriera del gruppo, i brani inclusi sono: "Sugar on the Side", "Rave", "A Rose by Any Name", "Winter", "I Want to Drag You Around", "I Screwed Up", "Relax", "Take Me In the Night", "Make a Way", "Mile High", "Euphoria", "Take It Back" e "Backroom", inoltre si avvalsero della collaborazione di Leigh Foxx al basso, Matt Katz-Bohen alle tastiere e chitarre e Tommy Kessler alla chitarra.

"Pollinator" è l'ultimo album rock alternativo e new wave uscito nel 2017, che contiene: "Doom or Destiny", "Long Time", "Already Naked", "Fun", "My Monster", "Best Day Ever", "Gravity", "When I Gave Up on You", "Love Level", "Too Much" e "Fragments". La formazione per questo disco è composta dalla cantante Debbie Harry, da Chris Stein alla chitarra, da Clem Burke alla batteria, da Leigh Foxx al basso, da Matt Katz-Bohen alla tastiera e da Tommy Kessler alla chitarra.

Autore liviana
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube MadFranko008. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Condividi

Lascia il tuo commento!